Ticino family friendly

1. Obbiettivi

 

Obbi­et­ti­vo principale:

  • Incen­ti­vare il ritorno dei gio­vani tici­ne­si d’oltralpe pun­tan­do su una polit­i­ca famigliare solida.

Altri obi­et­tivi:

  • Sti­mo­lare le aziende a attuare mis­ure di polit­i­ca famigliare per aumentare la pre­sen­za sul territorio
    di aziende fam­i­ly friendly.
  • Miglio­rare l’accesso alle strut­ture di cus­to­dia (asili nido).

I van­tag­gi:

  • Si val­oriz­zano le qual­ità che il Tici­no ha già (orig­i­ni, ambi­ente meno urbano, scuole più piccole,
    pre­sen­za del­la famiglia).
  • Il tici­nese d’oltralpe riflette ad un pos­si­bile ritorno quan­do for­ma una famiglia. Dopo la
    sco­lar­iz­zazione del pri­mo figlio risul­ta molto dif­fi­cile fare tornare delle famiglie.

 

2. Misure

 

a. Favorire le aziende “family friendly”

La pro­pos­ta:

Pre­mi­are le aziende che otten­gono una cer­ti­fi­cazione “fam­i­ly friend­ly” come quelle di Pro­fa­mil­ia. Possibili
“pre­mi”: sgravi fis­cali, van­tag­gi nell’accesso agli appalti pub­bli­ci, rim­bor­so spese di cer­ti­fi­cazione. Insomma:
essere un’azienda fam­i­ly friend­ly deve diventare conveniente.

Rischi:

  • Non tut­ti vedono di buon occhio il fat­to di riferir­si a una cer­ti­fi­cazione pri­va­ta nel­la legge.
  • Solo le aziende che si pos­sono finanziari­a­mente per­me­t­tere di attuare mis­ure di polit­i­ca famigliare
    pos­sono accedere alla cer­ti­fi­cazione e ai suoi vantaggi.

Van­tag­gi:

  • Pro­pos­ta lib­erale: nes­suno viene obbli­ga­to a fare niente.
  • Uso intel­li­gente degli stru­men­ti fiscali
  • Se i van­tag­gi sono abbas­tan­za gran­di, più aziende saran­no por­tate a attuare mis­ure di polit­i­ca familiare.
  • Pic­co­lo inter­ven­to che rende le aziende fam­i­ly friend­ly più con­cor­ren­ziali e quindi
    “spinge” l’economia ver­so mod­el­li vir­tu­osi e sostenibili
  • Aziende fam­i­ly friend­ly potreb­bero decidere di spostar­si in Tici­no o di aprirvi una sede. Queste
    aziende sono spes­so aziende ad alto val­ore aggiun­to con posti di lavoro ben pagati e impiegano
    per­son­ale locale. Cioè quel­lo che il Tici­no cer­ca ormai da decenni.
  • Le aziende fam­i­ly friend­ly sgra­vano lo sta­to (lo sta­to può creare meno asili nido per­ché ce ne sono
    già inter­a­zien­dali, deve pagare meno sus­si­di per­ché i gen­i­tori pos­sono lavo­rare di più, ecc. …)
  • Basar­si su una cer­ti­fi­cazione già esistente risparmia lavoro allo stato
  • La cer­ti­fi­cazione di Pro Famil­ia è molto seria, l’audit viene effet­tua­to da SQS e le aziende vengono
    ricon­trol­late ogni anno.
  • La cer­ti­fi­cazione di Pro Famil­ia è sta­ta elab­o­ra­ta in col­lab­o­razione con l’UFU (Uffi­cio fed­erale per
    l’uguaglianza tra uomo e donna)

Pae­si che fan­no cose simili:

  • Italia: audit pre­mi­ante (appalti pub­bli­ci, sussidi, …)
  • Slove­nia
  • Altri pae­si

Vari­anti: creare una cer­ti­fi­cazione statale.

 

b. Diritto a un posto negli asili nido

La pro­pos­ta:

Inserire nel­la Cos­ti­tuzione ticinese/nella legge (dove più ido­neo) un dirit­to per tut­ti i bam­bi­ni al di sot­to dei 4
anni a un pos­to di asi­lo nido. Questo a prezzi acces­si­bili e indipen­den­te­mente dall’occupazione dei genitori.

Rischi:

  • Gran­di costi

Van­tag­gi:

  • Il Can­tone potrebbe decidere se creare più asili nido oppure se lim­i­tar­si a garan­tire che l’offerta sul
    ter­ri­to­rio sia sufficiente
  • L’accesso all’asilo nido non sarebbe più un prob­le­ma, per­ché i posti sareb­bero garantiti
  • I gen­i­tori saran­no meno dis­crim­i­nati nel­la ricer­ca di un impiego per­ché i datori di lavoro san­no che
    essi dispon­gono di un acces­so garan­ti­to alla cus­to­dia dei bambini.
  • Una mag­giore offer­ta di asili nido (soprat­tut­to se pri­va­ta) potrebbe diminuire il cos­to individuale
  • Incen­ti­vazione del mod­el­lo “dual earn­er dual car­er” e quin­di dell’occupazione fem­minile e del­la parità
    tra i sessi

Vari­anti:

  • Per ridurre i costi si potrebbe garan­tire ad ogni bam­bi­no un pos­to, ma solo ad una data
    per­centuale (es: garan­tire ad ogni bam­bi­no due giorni di asi­lo nido a settimana).

Pae­si che fan­no cose simili:

  • Norve­g­ia
Contact Us

We're not around right now. But you can send us an email and we'll get back to you, asap.

Illeggibile? Cambia il testo. captcha txt

Inizia a digitare e premi Enter per effettuare una ricerca

X